THE ARTSHIP
BULLETTIN OF
VISUAL CULTURE

MAGAZINE

SOSTIENI
LA CULTURA
VISUALE

Il fulcro attorno al quale ruotano le iniziative dell’Associazione Culturale Il Pomo da DaMo è il mensile The Artship – Bulletin of Visual Culture, indispensabile strumento di ricerca e punta di diamante per la difesa dello spazio d’espressione dei giovani pensatori italiani e internazionali.
Il mensile di ricerca ha ospitato, nel primo anno della sua fondazione, gli interventi di laureati, studiosi e ricercatori proponendo un modus operandi unico: promuovere i nuovi flussi culturali affidando l’indagine a giovani redattori.
Il terreno d’incontro generato ha permesso all’Associazione di implementare la propria rete di contatti, permettendo la creazione di progetti culturali sul territorio nazionale.

  • Il mensile The Artship – Bulletin of Visual Culture

Valorizza, tutela e promuove i giovani talenti della critica contemporanea creando un prodotto di prestigio per contributi proposti e taglio editoriale, col fine di creare un entourage di eccellenze che indaghi sui fenomeni dell’arte contemporanea e le prospettive ad essa connesse.

In particolare, la divisione in sezioni porose vuole favorire una ricerca sistematica su ambiti non ancora sviluppati (video arte, sperimentazione sul suono, arte pubblica), favorendo il confronto con filoni più classici (fotografia, architettura, cinema, moda, pittura e scultura, drammaturgia femminile).

Nel marzo del 2012 il mensile ha ottenuto il patrocinio dell’Università di Bologna, che dona valore al lavoro dei redattori e ai loro contributi, sommando alla cultura la ricerca.

Tutti i redattori sono giovani laureati con un’età inferiore ai trentacinque anni che hanno ricevuto una preliminare formazione in giornalismo. Il mensile ospita anche contributi di laureati stranieri.

Le sezioni coprono l’intero panorama delle arti visuali: Heart Bauhaus (architettura), Punctum (fotografia), Peanut Gallery (teatro), Urban Addicted (moda), Sound Forward ( sound art), In Conversation With (interviste), Balloon (fumetti), E – Bomb (video-arte), Il Proiettore di Oloferne (cinema), Routes (eventi e opportunità per giovani artisti), Macadam Museum (arte pubblica), Bookanear ( consigli di lettura testi d’arte), Leet me Knowdledge ( saggi critici), Pars Construens (rubrica ricostruzione post – sisma), Young District (giovanissimi artisti).

Il cartaceo è inviato alle gallerie, alle Istituzioni e agli studiosi che ne fanno richiesta, è inoltre consultabile presso l’ex Dipartimento delle Arti Visive di Bologna. La sua versione pdf è consultabile on line e scaricabile.

Favorisce un tipo di fruizione ipertestuale, garantendo la possibilità di compiere ricerche settoriali per parola chiave, nome del redattore o ambito d’indagine.

È la piattaforma virtuale degli articoli ospitati dal mensile e ha la funzione di archiviare secondo le categorie sopra dette tutti gli interventi del mensile, favorendo un tipo di selezione mirata per interesse.

Garantisce una visibilità nel mondo del web grazie al continuo aggiornamento delle notizie e all’indicizzazione del sito, permette il coinvolgimento anche dei non addetti ai  lavori, funge da vetrina per le iniziative culturali promosse.

  • La Pagina Facebook The Artship

Connette le fasce più giovani all’arte contemporanea proponendo le iniziative più interessanti del territorio. Segue una dinamica di presentazione della notizia più diretta e amicale, indicando solo le caratteristiche salienti dell’evento (dove, come, quando, chi e collegamento al sito).

  • Privacy Policy